venerdì 15 dicembre 2017

RAVIOLI DI BRESAOLA RIPIENI DI RICOTTA DI BUFALA, NOCI PECAN E MIELE





Oggi prepariamo un antipasto leggero per il menù delle feste. Non presenta nessuna difficoltà, non richiede cottura, ma è talmente bello e buono che sulla tavola farà un vero figurone, credetemi. I pochi ingredienti richiesti, però, devono essere di qualità, perchè faranno la differenza in termini di sapore. Sulla scelta del miele, mi sono orientata su quello di acacia, che ha un sapore delicato e dolce che andrà a contrastare splendidamente con il retrogusto amarognolo delle noci.

RAVIOLI DI BRESAOLA RIPIENI DI RICOTTA DI BUFALA, NOCI PECAN E MIELE
Ingredienti per 10 ravioli:
10 fette tonde di bresaola non troppo sottili
80 g ricotta di bufala
5/6 noci Pecan
qualche fogliolina di prezzemolo
3 cucchiaini di miele di acacia + il necessario per decorare il piatto
Preparazione: in una ciotola lavorare la ricotta con tre quarti delle noci e del prezzemolo tritati. Deve risultare un composto ben amalgamato. Unire il miele e mescolare bene. Ora stendere le fette di bresaola su un piano di lavoro e mettere al centro di ogni fetta, un cucchiaino di composto, chiudere a mezzaluna e delicatamente andare a sigillare dando la forma di un raviolo. Disporre su un vassoio, possibilmente nero o anche bianco, per creare un bel contrasto visivo e completare con gocce di miele e le rimanenti noci tritate.




Con il minimo sforzo, offrirete ai vostri ospiti un antipasto insolito dal classico involtino di bresaola.
Buon appetito, Sabina.

giovedì 14 dicembre 2017

RISOTTO ALLE PATATE CON CREMA DI RUCOLA E GAMBERI ARGENTINI GRIGLIATI.





E aggiungiamo un altro sorprendente risotto alla mia collezione. Un Carnaroli vestito a festa, che vi farà fare un figurone con i vostri commensali e che si prepara in maniera molto semplice, perchè se avete imparato a conoscermi saprete che, amo sì presentare piatti gourmet, ma che si preparino in poche mosse. La mia vuole essere una cucina semplice, pratica e per lo più economica. Perchè anche non spendendo grosse cifre, si può mangiare bene.

RISOTTO ALLE PATATE CON CREMA DI RUCOLA E GAMBERI ARGENTINI GRIGLIATI.
Ingredienti per 2 persone:
160 g riso Carnaroli Il Buon Riso
4 gamberi argentini freschi o decongelati
40 g rucola
25 g mandorle spellate
2 cucchiai di parmigiano reggiano
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva
mezzo scalogno
1 patata
sale q.b.
Preparazione: mettere a lessare la patata in acqua fredda. Nel frattempo preparare la crema di rucola. Nel mixer mettere la rucola lavata ed asciugata, lo spicchio di aglio, il parmigiano, tre quarti delle mandorle e azionare le lame a piccoli scatti, allungando con dell' olio fino ad ottenere una crema fluida. Scolare la patata al dente, conservando l' acqua di cottura, togliere la buccia e con una forchetta schiacciarla bene. Tenere da parte. In una padella mettere un giro di olio e lasciare rosolare dolcemente lo scalogno tritato fine, unire il riso e lasciare tostare un paio di minuti, allungare con qualche cucchiaio di acqua di cottura conservato e aggiungere la purea di patate. Portare a cottura il riso, allungando con altra acqua quando occorre. Nel frattempo pulire e levare il carapece ai gamberi, conservando la parte della coda e metterli a grigliare su una piastra calda unta di olio, giusto qualche minuto. Quando il riso sarà giunto a cottura, togliere dal fuoco e aggiungere la crema di rucola, amalgamando bene. Aggiustare di sale se occorre e una spolverata di parmigiano, se gradita. Impiattare, decorando con un paio di gamberi a testa e una spolverata mandorle tritate che avevamo conservato da parte.




Buon appetito, Sabina.

mercoledì 13 dicembre 2017

MASSAGGIATORE TERAPEUTICO ELETTRICO A PERCUSSIONE NAIPO.





Da tempo cercavo un prodotto simile per alleviare i miei attacchi di cervicale e contratture muscolari. Essendo una persona ansiosa, tendo sempre a tenere i muscoli tesi e alla lunga andare mi causano dolori. Non potendomi sempre permettere delle sedute di massaggi, ho letto qualche recensione sul web e ho quindi optato per questo massaggiatore Naipo.

Il design è gradevole ed altamente hi-tech coloro nero lucido. Non è leggerissimo, ma questo denota solo l' elevata qualità del prodotto, per intenderci non è un giocattolino. In ogni caso riuscirete tranquillamente a tenerlo con una mano sola. L' impugnatura gommata ed ergonomica, consente una presa salda. Arriva dotato di un pratico piedistallo d' appoggio, dove riporre il massaggiatore in posizione verticale con le sue testine intercambiabili. All' interno della confezione troviamo anche il caricatore, ma devo ammettere che il massaggiatore ha una buona autonomia, cosicchè da poterlo utilizzare senza l' impiccio del filo.




Usato regolarmente permette di alleviare le tensioni muscolari e quella dolorosa stanchezza che spesso arriva a fine giornata, quel senso di ossa stanche e doloranti, inoltre il massaggio stimola e migliora la circolazione e velocizza quindi il recupero muscolare. Nella confezione troviamo tre testine rotanti: la testina con nodo unico per un perfetto massaggio shiatsu che scioglie i nodi muscolari, la testina con tre nodi che regala un massaggio profondo per varie parti del corpo e la testina a quattro nodi puntellati per un massaggio intensivo che migliora la circolazione e che si rivela ottima per la schiena, per la vita e per le gambe.

Sull' impugnatura troviamo quattro pulsantini: quello rosso di accensione, che darà il via alla vibrazione, i tastini del + e del - per aumentare/diminuire l' intensità della vibrazione ed il tastino Mode, con 5 possibilità di velocità regolabile. La vibrazione è profonda e questo regala un bellissimo senso di benessere.




Finalmente posso concedermi a casa tanti bei massaggi rilassanti, con l' utilizzo costante i benefici si sentono eccome. Per acquistare il mio massaggiatore Naipo, clic qua.
Sabina.

martedì 12 dicembre 2017

POLENTINE CON STRACCETTI DI BACCALA' ALLA PIZZAIOLA.





Altra proposta per il menù delle feste. In molte zone d' Italia si usa portare in tavola il baccalà e allora, andiamo a presentarlo in maniera gourmet, sono sicura che i vostri ospiti apprezzeranno l' idea... Io l' ho abbinato alla polenta, piatto tipico della mia zona ed il connubio è risultato vincente, saporito e bello da vedere. Se non volete perdere molto tempo ai fornelli, affidatevi a un buon baccalà surgelato e alla polenta istantanea. Andiamo a realizzare la ricetta.

POLENTINE CON STRACCETTI DI BACCALA' ALLA PIZZAIOLA.
Ingredienti per 8 polentine:
mezza busta di La Classica Polenta Valsugana
250 g straccetti di baccalà tradizionali Pescanova
mezza confezione di pomodoro spaccatella classica Ursini
olio extravergine di oliva
mezza cipolla
1 cucchiaio di capperi dissalati
2 cucchiai di olive nere senza nocciolo
sale q.b.
origano secco a piacere
1 peperoncino
Preparazione: per prima cosa scongelare il baccalà, seguendo le indicazioni sulla confezione. Preparare la polenta seguendo le indicazioni sulla scatola, stenderla su un piano di lavoro ricoperto da carta forno, ad uno spessore di circa un cm e mezzo. Lasciare raffreddare. In una padella mettere un filo di olio con il peperoncino e la cipolla affettata sottile. Lasciare rosolare dolcemente e unire il pomodoro, i capperi e le olive tagliate a rondelle.Cuocere una decina di minuti, eliminare il peperoncino e trasferire il sughetto in una ciotola, tenere da parte. Nella stessa padella mettere gli straccetti di baccalà, unire se occorre un filo di olio e cuocere qualche minuto, aggiungere il sugo di pomodoro e spegnere. Aggiustare di sale se occorre, non credo serva dato che sia il baccalà che i capperi regalano sapidità al piatto. Con l' aiuto di un coppapasta, andare a ritagliare la polenta e guarnire con un paio di cucchiai di sugo, completare con l' origano.

Il piatto è pronto. Buon appetito, Sabina. 

domenica 10 dicembre 2017

CESTINI DI PANCARRE' AL FORNO, CON PUNTARELLE E FILETTI DI SGOMBRO





Ecco un' idea carina per un antipasto diverso da offrire ai vostri ospiti, che si prepara con minimo sforzo e che potete personalizzare in base ai vostri gusti o a quello che avete in dispensa.

CESTINI DI PANCARRE' AL FORNO, CON PUNTARELLE E FILETTO DI SGOMBRO
Ingredienti per 4 cestini:
4 fette di pancarrè integrale
200 g puntarelle
mezza scatola di filetto di sgombro sott' olio Rizzoli
sale e pepe q.b.
maionese q.b.
semi di papavero q.b.
olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
Preparazione: tagliare la crosta alle fette di pancarrè. Con un mattarello appiattire bene le fette, in modo da poterle lavorare facilmente senza romperle. Delicatamente, rivestire degli stampi da muffin con le fette di pancarrè e passarle in forno caldo a 180° per circa 7/8 minuti, occhio a non farle bruciare. Togliere i cestini di pancarrè e tenere da parte. In una padella mettere un filo di olio con lo spicchio di aglio, fare rosolare dolcemente, eliminare l' aglio e mettere a cuocere le puntarelle fino a quando saranno morbide. Salare e pepare. Andare ora a riempire i cestini di pancarrè con le puntarelle, unire qualche filetto di sgombro ben sgocciolato, completare con un ciuffetto di maionese e una spolverata di semi di papavero.

I vostri cestini ripieni sono pronti. Buonissimi e personalizzabili. Potete scegliere tra un sacco di farciture diverse: maionese e tonno, mousse di formaggi, cubetti di verdure, formaggio e salmone. Largo alla vostra fantasia. Buon appetito, Sabina.


venerdì 8 dicembre 2017

TORTINI DI RISO CON MORTADELLA E MOZZARELLA





Ma quanto è buono il riso che lo mangerei ogni giorno? Per cambiare dal solito risotto, anche se il risotto non è mai banale con le sue mille varianti, oggi realizziamo questi semplici ed economici tortini di riso.

Ho scelto la varietà di riso Vialone Nano de Il Buon Riso, che tiene benissimo la cottura e si presta a tante ricette gourmet. Per la farcitura ho optato su mortadella e mozzarella, ma ovviamente potete decidere in base agli ingredienti che avete in frigo, questa ricetta si presta infatti ad essere la perfetta ricetta svuota frigo! E ora ai fornelli.

TORTINI DI RISO CON MORTADELLA E MOZZARELLA
Ingredienti per 4 tortini:
220 g riso Vialone Nano Il Buon Riso già lessato
1 mozzarella
50 g mortadella in una sola fetta
1 uovo
basilico fresco
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva
burro
2 cucchiai parmigiano reggiano
Preparazione: in una terrina mettere il riso lessato e condirlo con una noce di burro. Unire l' uovo leggermente sbattuto, il parmigiano, il basilico tritato, salare e pepare se gradito. Mescolare bene per legare gli ingredienti. Tagliare a dadini la mortadella e la mozzarella ben sgocciolata. Ora prendere degli stampini ( anche per muffin se non avete gli stampi un pò più alti ) e imburrare bene le pareti. Coprire il fondo con il riso, compattando bene. Aggiungere qualche dadino di mortadella e mozzarella e chiudere con altro riso, livellando e compattando. Spolverizzare la superficie con parmigiano ed un filo di olio. Infornare in forno caldo a 180° per circa mezzora o fino a quando le superfici dei tortini avranno una deliziosa crosticina.




Il piatto è pronto per essere gustato. Si può mangiare anche freddo e risulta quindi perfetto per una serata finger food. Buon appetito, Sabina.

giovedì 7 dicembre 2017

BISCOTTI AL CACAO, CANNELLA E ZENZERO.





Questi biscotti portano in sè tutto il sapore del Natale. Possono rivelarsi anche una perfetta idea regalo, se confezionati in sacchettini trasparenti con fiocco o in barattoli carini.Oppure, praticando un forellino potete anche decidere di appenderli all' albero di Natale. Sono dei biscotti che fanno subito festa, il profumo delle spezie invaderà la cucina e tutti saranno felici.


BISCOTTI AL CACAO, CANNELLA E ZENZERO.
Ingredienti:
190 g semola di grano duro rimacinata a pietra La Molisana
70 g zucchero
2 tuorli d' uovo
2 cucchiaini di zenzero
2 cucchiaini di cannella
3 cucchiaini di cacao amaro
75 g burro
1 cucchiaino lievito per dolci
1 pizzico di sale
zuccherini colorati q.b.
perline di zucchero q,b.
Preparazione: mescolare il cacao con lo zenzero e la cannella. Unire la farina con il lievito, il burro morbido e il pizzico di sale. Aggiungere i tuorli e amalgamare bene, deve uscire un panetto morbido ed elastico. Avvolgere in carta pellicola e conservare in frigo per una mezzora. Stendere ora la frolla allo spessore di mezzo centimetro e con le formine ( io ho utilizzato quelle a stella e cuore ) ricavare tanti biscotti. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 10/12 minuti, sfornare e decorare subito con i zuccherini e le perline.




E voi che biscotti amate preparare per le festività natalizie? Sabina.

domenica 3 dicembre 2017

PASTA BISCOTTO FARCITA CON COMPOSTA DI ARONIA.





Ho avuto il piacere di provare alcuni prodotti a marchio Aronia Naturalis, della start up 4 Principia Rerum, prima ad avere introdotto in Italia la coltivazione di Aronia Melanocarpa, una pianta originaria del Nord America e delle lande siberiane, ricchissima di proprietà medicinali e salutari.

E' in assoluto la pianta che contiene più antiossidanti in natura, ricchissima di ferro, un vero concentrato di benessere.L' aronia produce piccoli frutti neri, simili ai mirtilli, ha un sapore asprigno che ben si sposa con frutta, macedonia, tisane, ma che può essere utilizzata con successo anche nella creazione di dolci. In alcuni paesi dell' Europa Orientale viene considerata al pari di una pianta medicinale per la sua ricchezza di nutrienti. 4 Principia Rerum offre una linea di prodotti interessanti e naturali: succo di aronia, aronia e succo di mela, aronia e succo d' uva, aronia bio in polvere, infuso di aronia, composta di aronia, aronia e miele, bacche di aronia essicate e succo di mela. Se mi seguite su instagram, avrete già avuto modo di scoprire alcuni di questi prodotti. Ma passiamo ora al dolce, alla realizzazione di una classica pasta biscotto, che seppur una ricetta semplice, richiede qualche accortezza per avere un risultato ottimale in morbidezza. Seguitemi.

PASTA BISCOTTO FARCITA CON COMPOSTA DI ARONIA
Ingredienti:
4 uova
100 g di zucchero
60 g farina 00
40 g fecola di patate
1 fialetta di rum
1 cucchiaino di lievito per dolci
composta di aronia 4 Principia Rerum q.b.
zucchero a velo
Preparazione: prendere due ciotole. Dividere gli albumi dai tuorli. Montare gli albumi con metà dello zucchero, a neve ben ferma. Montare quindi i tuorli con lo zucchero rimasto. Aggiungere la fialetta di rum, unire gli albumi montati, alternandoli alla farina setacciata con il lievito, amalgamando delicatamente dall' alto al basso per non smontare il composto. Rivestire una teglia con carta forno bagnata e ben strizzata, versare il composto livellando bene ad uno spessore di 1 cm. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 10 minuti, deve essere appena dorato. Togliere dal forno e mettere su un piano di lavoro, coprire la pasta biscotto con un altro foglio di carta forno e capovolgere togliendo delicatamente la carta forno usata per cuocere. Aiutandosi con l' altro foglio di carta forno, arrotolare la pasta biscotto intanto che è calda e fare intiepidire. Srotolare la pasta biscotto e farcire con la composta di aronia, quindi riavvolgere il rotolo e cospargere di zucchero a velo generosamente. Tagliare solo al momento di servire, in fette spesse un paio di cm.





Le nostre girelle farcite di pasta biscotto sono pronte per essere gustate, accompagnatele ad una bella tazza di tè fumante. Buona merenda, Sabina.

sabato 2 dicembre 2017

CROSTINI DI POLENTA AI DUE GUSTI, CON ALICI IN SALSA PICCANTE.





Tempo di menù delle feste. Tempo di serate in compagnia. E allora portiamo a tavola dei piatti sfiziosi, delle idee carine che si preparano con poco impegno, perchè è festa anche per noi ed è giusto che godiamo del clima natalizio senza troppo stress in cucina.

Gli antipasti e gli stuzzichini sono sempre le portate più gradite, oggi prepariamo delle tartine speciali, dei crostini di polenta davvero saporiti grazie all' utilizzo delle Alici in salsa piccante Rizzoli trovate nella Degustabox a tema natalizio di novembre. Sono uniche ed inimitabili, con la salsa piccantina in cui sono immerse le alici e che ad oggi rimane una ricetta top secret. Possono essere utilizzate per creare mille piatti diversi, dagli antipasti fino ai secondi e contorni.
Per risparmiare tempo prezioso nella preparazione, affidatevi a un buon preparato per polenta istantanea, io ho scelto Polenta Valsugana la Classica, pronta in soli otto minuti.

CROSTINI DI POLENTA AI DUE GUSTI, CON ALICI IN SALSA PICCANTE.
Preparazione per 12 crostini:
mezza busta di Polenta Valsugana la Classica
5/6 cucchiai di passata di pomodoro
5/6 fettine di scamorza
1 confezione di Alici in salsa piccante Rizzoli
1 piccolo cespo di scarola
1 spicchio di aglio
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva
origano secco
qualche cappero e fior di cappero
Preparazione: preparare la polenta seguendo le istruzioni sulla confezione. Quando è pronta, stenderla su un foglio di carta forno e con una spatola portarla ad uno spessore di circa un centimentro e mezzo. Lasciare raffreddare completamente, in modo che si compatti bene. Potete anche conservarla in frigorifero per accellerare i tempi. Nel frattempo, in una padella rosolare lo spicchio di aglio schiacciato con un filo di olio, unire la scarola tagliata a striscioline sottili e lasciare appassire qualche minuto. Spegnere, eliminare l' aglio, salare e pepare. Andare ora a preparare i nostri crostini: con l' aiuto di coppapasta e formine, ricavate tante tartine di polenta e trasferitele in una teglia rivestita da carta forno. Su metà tartine mettere un cucchiaino di passata di pomodoro, un pizzico di sale e origano. Infornare in forno caldo a 180° per circa 10/15 minuti, i crostini di polenta devono risultare con una superficie croccante. Togliere dal forno e completare: aggiungere ai crostini con pomodoro della scamorza tagliata a pezzetti, mentre sugli altri crostini la scarola. Passare in forno ancora un paio di minuti, sfornare e completare con le alici in salsa piccante, guarnendo con i capperi e i fior di cappero.




Vi assicuro che farete un figurone, un piatto bello, colorato e buono! Buon appetito, Sabina.

giovedì 30 novembre 2017

CARPACCIO DI CACO MELA CON RUCOLA, BERGADER PICCANTE E NOCI.





Oggi non avevo per nulla voglia di mettermi ai fornelli, ogni tanto capita anche a me che cucinare e pasticciare sono le mie passioni e così ho realizzato in pochi passaggi un piatto fresco, gradevole, ricco di sapori che, insieme, legano alla perfezione.

In cucina non mi piacciono le persone limitate mentalmente, trovo che la cucina sia una continua scoperta, non solo ricette tradizionali, ma anche un mescolare di ingredienti magari inusuali che, però, danno vita a piatti sorprendenti. Oggi, con il minimo sforzo, ho portato in tavola questo piatto ricco di colore e davvero gradevole al palato. E finalmente ho messo in uso il sorprendente aceto di kaki firmato Saporea.

CARPACCIO DI CACO MELA CON RUCOLA, BERGADER PICCANTE E NOCI.
Ingredienti per 2 persone:
1 caco mela
50 g Bergader Piccante
5/6 noci sgusciate
qualche foglia di rucola
sale e pepe q.b.
3 cucchiai olio extravergine di oliva
1 cucchiaio e mezzo Aceto di Kaki Saporea
Preparazione: per prima cosa togliere la buccia con un coltellino affilato al caco mela. Tagliare il caco a fettine sottili, che andrete a disporre su un piatto da portata. Preparare un' emulsione con olio, aceto di kaki, sale e pepe a piacere. Guarnire il carpaccio di caco mela con foglioline di rucola lavata ed asciugata, cospargere con il bergader piccante a cubetti e con le noci tritate grossolanamente. Condire con l' emulsione di olio e aceto. Lasciare riposare una mezzora coperto da un foglio pellicola.




Un piatto di una bontà semplice e disarmante, ricco di gusto. Buon appetito, Sabina.